Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g linguine
  • 2 seppie piccole (400 g circa)
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo
  • prezzemolo q.b.
  • timo q.b.
  • maggiorana q.b.
  • sale q.b.

 

Preparazione:

Pulite le seppie togliendo loro l’osso e facendo attenzione a staccare la sacca che contiene il nero (se non siete pratici, chiedete in pescheria, di darvi il pesce già pulito).

Lavate le seppie e tagliatele a pezzetti.

In una padella mettete a soffriggere, a fiamma molto bassa, il trito di scalogno, lo spicchio d’aglio intero, un rametto di timo fresco ed uno di maggiorana. Fate soffriggere a fiamma bassa il tutto, facendo in modo che gli aromi cedano i loro sapori all”olio.

Dopo una decina di minuti alzate di poco la fiamma, aggiungete le seppie e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco.

Una volta evaporato l’alcol del vino, abbassate la fiamma e fate cuocere la seppia. Quando la seppia sarà cotta, togliete lo spicchio d’aglio intero e i rametti di timo e maggiorana.

Intanto fate bollire l’acqua e buttateci dentro la pasta.

Quando le seppie saranno cotte, toglietele dalla casseruola e tenetele da parte al caldo.

Prendete una vescica con il nero ( procedete una alla volta, per regolarvi sull’intensità del nero che non è sempre uguale), mettetela nella casseruola, bucatela bene con una forbice e mescolate velocemente.

Fate addensare questo sughetto nero per un paio di minuti, dopodiché, buttateci dentro la pasta e mantecate per bene.

Servite le linguine al nero di seppia nei piatti da portata aggiungendo le seppie tenute da parte, al caldo. Spolverizzate le linguine con del pepe nero macinato al momento e con del prezzemolo fresco.