Le scorze d’arancia candite, niente a che vedere con i soliti canditi industriali che di tutto sanno tranne che di agrume!

Con queste scorze anche chi non ama i canditi potrà dire: adoro i canditi!

 

Ingredienti:

  • Arance non trattate
  • Zucchero
  • Cioccolato fondente (facoltativo)

 

Preparazione:

Lavate accuratamente le arance, asciugatele per bene e tagliate la buccia sottilmente, in modo da ricavarne striscioline larghe 1 centimetro circa. Riempite una bacinella d’acqua e lasciate in ammollo le scorzette per circa 3 giorni. Di tanto in tanto rinnovate l’acqua.
 
Trascorso questo tempo, tuffate le scorzette in una pentola d’acqua bollente e lascatele ammorbidire a fiamma bassa (mediamente occorrono 20 minuti dopo l’ebollizione).
Dopo averle scolate, asciugatele prima con un panno pulito, poi lasciandole almeno 6 ore su un altro panno asciutto (sarebbe ideale l’esposizione al sole).
A questo punto, prima di procedere con la canditura, è importante conoscere il peso esatto delle scorzette, perché pari dovrà essere la quantità dello zucchero.
Preparate quindi lo sciroppo: versate zucchero e circa 700 millilitri acqua (occorrono in media 180-200 ml di acqua per ogni arancia) in un tegame e amalgamate a fiamma dolce. Aggiungete le scorzette e mescolate fino a completo assorbimento.
Disponetele su un vassoio e fatele raffreddare, avendo cura di dividere le scorzette che si sono attaccate tra di loro. Quando sono ancora tiepide, è il momento giusto per arrotolare ogni singola scorzetta nello zucchero in modo che s’attacchi. Lasciate riposare per diverse ore prima di servire.
Accorgimenti
È importante cambiare l’acqua per l’ammollo, almeno ogni 8 ore, in quando ciò permette di diluire ed eliminare più facilmente l’amaro delle scorze.
Quando preparate lo sciroppo di zucchero, non lasciatelo eccessivamente sul fuoco, altrimenti diventerà caramello e non potrete usarlo per candire le scorze.
Conservate le scorze d’arancia candite in un luogo asciutto, preferibilmente in barattoli di latta.
Idee e varianti
Le scorzette d’arancia candite vengono generalmente utilizzate per la preparazione o decorazione di altri dolci (cassata, crema di ricotta, gelati, biscotti), ma possono essere gustati anche così come sono, magari cospargendole di cioccolato fondente: bagnate una delle estremità delle scorzette candite nel cioccolato fuso a bagnomaria e lasciate raffreddare prima di servire.